Sara Riccieri

Sara Riccieri pittrice

Sara Riccieri pittricePittrice romana ha una lunga esperienza come paesaggista e ritrattista. Il suo stile pittorico si distingue per i colori vivaci che si manifestano particolarmente nei paesaggi. Diplomata in storia e pratica delle arti visive nutre grande passione per la pratica della scenografia e ne esegue alcune su richiesta per diversi teatri di Roma.Acquisisce sempre di più l’importanza dei canoni greci e ricerca in essi l’essenza del bello portando alla luce, su carta da spolvero o di acquerello, forme geometriche o corpi nudi per studiarne l’anatomia e l’importanza volumetrica nello spazio. 

Sara Riccieri pittriceI principi della composizione nelle arti visive e delle tecniche pittoriche sono il frutto di un lungo e accurato studio che ogni giorno si evolve. Notevole è proprio lo studio del cromatismo che dona lucentezza anche ai colori più cupi.  Le sue opere sono state esposte in diverse gallerie d’arte di Roma e hanno ricevuto significativi riconoscimenti di pubblico e critica.

Fra le opere esposte si segnalano:

Sara Riccieri pittriceLa Cattedrale frutto di lunga elaborazione e di apprendimento della tecnica pittorica delle “pennellate” un termine adoperato nel periodo impressionista da esponenti fondamentali del movimento artistico quali Monet, Serat, Van Gogh, Renoir ed altrettanti studiosi di questa tecnica volta a raffigurare persone o paesaggi e confondendone la visione.I

Il Bacio, Tramonto a Montefiascone, Tormenti dell’anima che ha partecipato al concorso internazionale impercettibili forme celesti nel 2010,” “Trilogy : Andromeda, Pegaso, Cassiopea” tre pannelli astratti realizzati nel 2012 per le colonne sonore del compositore Gabriele Tosi .

Montefiascone quadroCon la tecnica dell’affresco realizza un lavoro su di alcuni scuri di finestroni risalenti ad una casa dell’epoca del 1930,elaborato pittorico raffigurante il trionfo di Bacco di Pietro da Cortona. Nel 2013 termina il suo dipinto “ Dalla terrazza del Minerva al tramonto”, e ne inizia un altro ,”Porto di Ancona”settembre 2013, per proseguire nel 2014 con “Campo di girasoli” su cui sperimenta le tecniche della pittura materica, dando profondità e consistenza al soggetto dipinto.

Esegue prove di sanguigna su carta da spolvero, copia figure di icone Greche con grafite su carta liscia o ruvida soffermandosi su di uno studio anatomico con la tecnica del quadrettato.

Ulteriori info su:

www.sara-riccieri.ioarte.org/

Museo dell’arte -Sara Riccieri